Le Cronache Lucane

UNA FOTO CHE STA FACENDO DISCUTERE: HOW IT’S MADE?

Patrice Makabu è un artista che ama sconvolgere, come testimoniano le sue tante produzioni che a distanza di anni risultano

Patrice Makabu è un artista che ama sconvolgere, come testimoniano le sue tante produzioni che a distanza di anni risultano ancora oggi sempre attuali e che hanno destato non poco scalpore.

La sua foto più conosciuta titolata “Who is the criminal now?” raffigura tre colombe che volano in un cielo dalle marcate tinte azzurre lasciando cadere al suolo tre bombe a mano, questa immagine tanto discussa che peraltro è stata scartata da alcuni concorsi fotografici gli ha fatto guadagnare il premio “Artista dell’anno 2015 a Palermo”, assegnato dal critico d’arte Paolo Levi direttore della rivista Effetto Arte.

Ma oggi è un’altra l’immagine che fa discutere, quella che ha come soggetto un uomo completamente nudo sullo sfondo di quattro enormi cubi di ghiaccio, l’immagine ritrae lo stesso Makabu che posa per la prima volta “al naturale” e soprattutto senza alcun richiamo a qualsivoglia volgarità.

Makabu titola questa foto “HOW IT’S MADE?” : Come è fatto?

Ho chiesto a Patrice : Lo scopo di questa provocazione?
Ecco la risposta dell’autore.

A partire da questa foto si è scatenata una vera e propria corsa al “gossip” Patrice Makabu totalmente nudo ha destato la curiosità oltre che di tutta la città anche di chiunque lo conosca in maniera indiretta.

Ma come mai tanto interesse?

“C’è chi mi scrive privatamente per chiedermi se sono io per davvero o se è uno scherzo o un fotomontaggio.
Sinceramente non riesco a comprenderlo, ma tant’è. Tutto è partito da un concetto molto semplice: sui social c’è ormai troppa gente che ama mettere in mostra il proprio corpo e lo fa in maniera assolutamente volgare, mostrarsi non è una cosa da tutti i giorni e forse sarebbe il caso di farlo in maniera diversa se proprio non se ne può fare a meno….
Come sono certo abbiate compreso ma non solo grazie a me, un corpo nudo non è riconducibile sempre ad una qualche volgarità, un semplice buongiorno seguito da una foto che intenzionalmente “invita” a farsi sbirciare spudoratamente invece si. Sono tante, forse troppe le persone che “giocano” sul proprio aspetto dando il peggio di sé, credo per insicurezza.
Queste persone potrebbero invece valorizzare ciò che sono, ne guadagnerebbero molto più che infiniti like e commenti di dubbio gusto. In questa foto mi sento vestito dalla testa ai piedi, per un motivo non indifferente: la volgarità è rimasta fuori da tutti i contorni, insieme agli eventuali ammiccamenti a cui non è stato lasciato spazio.
Si certo, sono io in tutto e per tutto, tranne per qualche contrasto e gioco di luce servito per migliorare il risultato finale incollato su uno sfondo che volutamente raffreddasse qualsivoglia intento.

A quanto pare ho abbastanza requisiti e piuttosto validi per non temere l’impatto della mia figura su chi mi guarda, ma in 38 anni non ho mai sfruttato questo aspetto, ho sempre puntato su altro.

Mi ha visto così solo chi doveva ed anche in quel caso la volgarità è stata lasciata fuori.”

 

Questa foto a detta di Makabu parteciperà ad un concorso dal tema molto particolare.

 

 

HOW IT’S MADE?

Fatto certo è che l’immagine è stata creata per suscitare esattamente l’interesse che ha creato, per un messaggio che ancora una volta fa riflettere.

Domenico Leccese

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com