CONCERTO NEL DUOMO DI ATELLA

Condividi subito

DI BENEDETTO CARLUCCI

Come tutte le edizioni passate, a partire dalla prima – tenuta nel Duomo atellano il 26 dicembre 1992 – anche questa 26esima edizione del “Concerto di Santo Stefano”, offerta gratuitamente dal
Complesso Bandistico Atellano ha fatto registrare un successo pieno di arte bandistica e di grande significazione sociale. Come hanno sottolineato, tra gli altri, il Parroco di Atella, il presidente del sodalizio Michele Maccia ed il Direttore artistico e Maestro Concertatore Pasquale Di Muro.

Il soprano Marialucia Nolè

L’idea della costituzione, ad Atella, di una banda musicale era venuta, nei primissimi anni Novanta ad un Gruppo di professionisti amanti della Musica, per “tenere insieme” i propri figli. Cementati dalla partecipazione stessa dei padri. Il primo fondatore del Complesso bandistico atellano fu Emidio Di Felice. Che assunse come Maestro concertatore  Giuseppe Rosa.In seguito, divenne Presidente l’infermiere professionale Michele Macchia. E Maestro Direttore e concertatore il rapollese Pasquale Di Muro. I successi artistici del Cba si susseguirono ben presto uno all’altro. E la notorietà sua si estese anche in Puglia e Lombardia. Anche con la sua partecipazione alle Udienze pontificie in Piazza San Pietro.

Condividi subito