Intervento presidente Francesco Mollica presentazione cortometraggio le ali velate

Condividi subito

Introduzione di Paride Leporace ed intervento di una emozionata NADIA KIBOUT regista/protagonista del Film LE ALI VELATE

Il Presidente del Consiglio Regionale di Basilicata FRANCESCO MOLLICA :

Sin dal 1949 a partire da Matera ma la Basilicata in generale hanno attratto l’attenzione di numerosissimi registi italiani e non che hanno visto nel territorio lucano una naturale scenografia dove ambientare i prorpi film.
Nel ’49 Carlo Lizzani reaòlizza un documentario cercando di indagare quel mondo contadino descritto da carlo Levi cogliendone le contraddizioni.
Da qui in avanti i Sassi saranno adattati alle varie esigenze: Lattuada li sceglie per girarvi La Lupa e i Sassi diventano un misero paesino siciliano.


Dagli anni 60, i Sassi sono ormai completamente disabitati ed il forte senso di degrado, a seguito dell’abbandono, viene utilizzato pretestuosamente per mostrare l’arretratezza meridionale, come ne Gli anni Ruggenti, Il demonio, I basilischi, qui comincia l’avventura, cristo di è fermato ad Eboli e Terra bruciata.
Sassi senza vita, sono ormai una scenografia senza un preciso tempo storico.
Pasolini nel suo vangelo secondo Matteo del 1964 ne consacra questo ruolo. Una seconda volta i sassi nell’85 diventano Gerusalemme con King David ed una terza volta nel 2002 con il film la Passione di Cristo con mel Gibson.

Il Presidente del Consiglio Regionale di Basilicata FRANCESCO MOLLICA

Grazie alla splendida scenografia che offrono, assieme al territorio circostante, e grazie all’assenza di popolazione e quindi di trasformazioni, hanno costituito negli ultimi 50 anni un ottimo set per decine di registi.
È un momnento storico per la nostra regione e per tutto il distretto lucano del cinema e dell’audiovisivo.
Industria culturale della Basilicata.

Grazie a registi come Francis Ford Coppola, la Basilicata è conosciuta, al di fuori dei confini nazionali, come culla di artisti e come terra feconda di personalità geniali e tenaci.


Da quasi mezzo secolo, da quando cioè, all’inizio degli anni 60, Coppola scoprì per la prima volta Bernalda da cui era partito nei primi del 900 suo nonno Agostino e in cui avevano vissuto i Bisnonni Carmine e Filomena, la Basilicata è diventata il luogo dell’anima di questo grande regista.


Con il cinema si è avviato un nuovo tipo di turismo, in grado di unire bellezza dei luoghi alla loro storia e cultura.
La regione continua a lanciare il territorio promuovendo attraverso la Lucana Film Commission, investimenti economici per bandi e progetti a favore di lungometraggi, corti, documentari e web series.

E consentendo così ad oltre 2000 lucani di trovare impegno, occupazione temporanea e formazione on the job nel settore cinematografico.

NADIA KIBOUT con Mimmo Leccese

Domenico Leccese

Condividi subito