A LETTO SENZA CENA è entrato dal 1 febbraio 2017 a far parte della collana FILM FORMAZIONE, di SANITÀ INFORMAZIONE SpA provider ECM 2506 – FAD.

PATRICE MAKABU A MONZA PREMIO MIGLIOR MONTAGGIO PER “A LETTO SENZA CENA”.

PATRICE MAKABU A MONZA PREMIO MIGLIOR MONTAGGIO PER
“A LETTO SENZA CENA”.

La giuria del Care Film Festival 2017, concorso internazionale di cortometraggi sul tema del “prendersi cura” presieduta dal regista Luigi Parisi (L’onore e il rispetto – Il bello delle donne – Il peccato e la vergogna), ha assegnato lo scorso 21 ottobre al corto “A letto senza cena” di Patrice Makabu il Premio Miglior Montaggio.

PATRICE MAKABU A MONZA PREMIO MIGLIOR MONTAGGIO PER
“A LETTO SENZA CENA”.

Il cortometraggio di Patrice Makabu prodotto dallo stesso regista nel 2016, patrocinato dalla Città di Torino e diffuso attraverso i principali social si è confermato a distanza di un anno una delle produzioni più apprezzate e condivise in rete.

PATRICE MAKABU A MONZA PREMIO MIGLIOR MONTAGGIO PER
“A LETTO SENZA CENA”.

A LETTO SENZA CENA è entrato dal 1 febbraio 2017 a far parte della collana FILM FORMAZIONE, di SANITÀ INFORMAZIONE SpA provider ECM 2506 – FAD.

Il cortometraggio inoltre è parte integrante del corso “I disturbi del comportamento alimentare: inquadramento diagnostico e trattamento”, all’ interno delle proposte formative del portale SANITÀ INFORMAZIONE.

PATRICE MAKABU A MONZA PREMIO MIGLIOR MONTAGGIO PER
“A LETTO SENZA CENA”.

Formazione professionale nell’ ambito dell’ epidemiologia, volta alla promozione della salute con acquisizione di nozioni tecnico-professionali atte a fornire più interventi di prevenzione primaria per contrastare i fattori coinvolti nella genesi dei DCA (2017-2018). In collaborazione con CONSULCESI e FALCON PRODUCTION Londra, Lugano, Miami, Roma, Tirana.

A LETTO SENZA CENA è un cortometraggio sui DCA nel quale viene rappresentato uno stralcio della vita quotidiana di una ragazza adolescente vista attraverso lo sguardo distaccato di uno spettatore, che di lei intercetta il forte condizionamento mentale, entrando di fatto nella visione alterata che scandisce i ritmi frenetici di una continua fuga dalla realtà.

I blog pro-anoressia e pro-bulimia giocano un ruolo fondamentale sulla personalità di chi vive immerso in una realtà che si traduce in un vero e proprio allarme sociale, poiché i loro contenuti sono il prodotto di una visione completamente distorta della problematica dei disturbi del comportamento alimentare e della vita, ed inoltre sembrano essere totalmente fuori controllo: chiunque può interfacciarsi con questo mondo virtuale, catapultato nelle false aspettative di una perfezione fisica deviata.

#buonavisione #buonascolto

 

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1518441121573772&id=181110211973543

 

Domenico Leccese