«MATERA, CON COLUMELLA AVEVO LE MANI LEGATE»

MATERA. Matera partito alla volta di Siracusa domenica mattina per preparare la delicata trasferta in terra di Sicilia che tanto bene non ha portato ai biancazzurri di patron Columella. Gli uomini di Auteri continuano il silenzio stampa imposto dai vertici societari e noi ne abbiamo approfittato per sentire Pino Iodice,l’anno scorso in Basilicata come dg alla corte di Columella. Direttore, come si trova a Siracusa e quali sono gli obiettivi prefissati dalla squadra siciliana? «Mi trovo abbastanza bene, posso operare liberamente, non ho le mani legate ragion per cui sono stato messo nelle condizioni ideali ed, i risultati, ci stanno dando ragione. L’obiettivo prefissato è quello di migliorare i risultati ottenuti nella passata stagione. La società sta crescendo per gradi e c’è la speranza che continuino anche i risultati. Da parte nostra, ci teniamo a far bene contro il Matera che è la nostra avversaria di oggi. La nostra è una squadra discreta con un ambiente buono, speriamo di crescere nell’arco del campionato e che possiamo dire la nostra centrando l’obiettivo minimo che, come detto prima, sono i play off». Il tuo rapporto con Auteri? «Con Gaetano ho un ottimo rapporto, ci conosciamo dai tempi di Nocera, c’è stima reciproca ed è un uomo con valori importanti e posso dire, senza paura di smentita, che il valore aggiunto di questa squadra, come quella dell’anno scorso, e senza ombra di dubbio il tecnico di Floridia». Quale giocatore del Matera della passata stagione avrebbe voluto con se a Siracusa? «Senza ombra di dubbio Armellino». E quale giocatore di questa stagione avrebbe voluto con sè? «Beh, il valore di Sernicola è sotto gli occhi di tutti ma anche Sartore è un giocatore che stimo ed ammiro». Qual è stato il motivo, nella passata stagione, per cui il Matera non ha raggiunto l’obiettivo prefissato? «Avevamo Mazzeo a Matera ma Columella non ha voluto concludere l’affare così il giocatore è andato a Foggia riforzando, di conseguenza, il team dei Sannella. È stata questa la chiave di volta!» Il suo rapporto con Columella? «Praticamente zero! Avevo le mani legate e non potevo operare come posso e so!». Come si spiega allora il fatto che Auteri è ancora al servizio del patron? «Semplice, Auteri ha un biennale, in caso contrario avrebbe già sbattuto la porta, e mi assumo la responsabilità di quel che dico!». Questa la probabile formazione che oggi scenderà in campo agli ordini di Gaetano Auteri nella sfida contro il Siracusa in programma alle 14.30: Golubovic, Scognamillo, De Franco, Mattera, Angelo, Salandria, Urso, Sernicola, Strambelli, Corado, Giovinco.

DI TOMMASO TACCARDI