L’ODIOSO E RUMOROSO DEPURATORE DI PIGNOLA

PIGNOLA. Ci è stato recapitato un vi­deo che ha dell’incredibile, in cui si vedono alcuni fotogrammi live e soprattutto si sente un terribile frastuo­no provocato, a quanto si evince, dal de­puratore dell’Acquedotto Lucano sito a Pian di Giorgio di Pignola (PZ). Il vi­deomontaggio riporta anche una vedu­ta aerea (ricavata da Google Maps) della zona, con tanto di coordinate per non sbagliare “bersaglio”, con svariate indicazioni tratte dal sito dell’Acquedotto. Un resi­dente della zona riferisce che l’incubo è iniziato circa tre mesi fa, quando, non se ne conoscono bene le ragioni, im­provvisamente il depuratore ha inizia­to ad inquinare acusticamente l’am­biente con un rumore quasi assordante, soprattutto nelle sue immediate vici­nanze. Il frastuono, tuttavia, si diffon­de nell’intera campagna, che un tempo era tranquilla, ancora popolata da uc­cellini e piccoli animali, arrivando qua­si fino a Ponte Mallardo. Soprattutto la notte, nel silenzio, raggiunge intensità così moleste e continue da rendere com­plicato il riposo per i residenti nelle abi­tazioni attigue. E, così, nonostante i 30 gradi dell’estate appena trascorsa, i cit­tadini dell’area si sono trovati costret­ti a sprangare le finestre. Pare che qual­che residente abbia già scritto ad Acquedotto Lucano, senza ricevere al mo­mento riscontro. Staremo a vedere co­sa accadrà, se l’Acquedotto sarà in gra­do di risolvere questo – che a noi sem­bra – piccolo problema tecnico, oppure, come i residenti paventano di fare, si dovrà “ricorrere agli Organi di Vigilan­za e di tutela dell’ambiente”: tanto ci è stato detto in via confidenziale.