Le Cronache Lucane

IL POTENZA METTE IL GRAVINA KO E SORRIDE SUL 6 A 4

Condividi subitoFacebookTwitterPinterestGRAVINA: Romaniello 6, D’Orsi 6, Ferraioli 6 (44′ st Coscia sv), Balzano 6,5, Cacace 7, Anaclerio 6, Chiaradia 6,5,

Condividi subito

GRAVINA: Romaniello 6, D’Orsi 6, Ferraioli 6 (44′ st Coscia sv), Balzano 6,5, Cacace 7, Anaclerio 6, Chiaradia 6,5, Mbida 6,5,De Leonardis 6 (25′ st Tribulato 6), Dininno 6 (27′ st Selvaggio 6), Salatino 6. A disp.: Loliva, Ceglie, Cardinale, Marchese, Panebianco, Cicala. All. Deleonardis 6 POTENZA: Mazzoleni 6,5, Panico 6 (44′ st Manno), Esposito 6,5, Sicignano 6.5, Coccia 6,5, Franca 7 (23′ st Siclari 6,5), Pepe 7 (29′ st Guaita 6), Ungaro 6,5, Lionetti 6, Briukhov 6, Berardino 6,5. A disp.: Di Franco, Bertolo, Diop, Di Senso, Bonabitacola,Russo. All. Ragno 6.5

ARBITRO: Foresta di Nola 6

RETI: 10′ pt Cacace, 26′ pt Franca, 29′ st Pepe, 49′ st (rig.) Cacace

NOTE: Ai calci di rigore per il Potenza vanno a segno Siclari, Guaita, Sicignano, Bertolo. Per il Gravina in gol Balzano e Cacace, errori dal dichetto di Salatino e Chiaradia.

GRAVINA DI PUGLIA. Il Potenza vendica il ko contro la Fulgor nel turno preliminare, sono proprio i rigori a far sorridere la formazione di Ragno. Il Leone sfrutta nel miglior modo possibile la seconda opportunità e in Coppa non fallisce, mandando al tappeto un Gravina mai domo, capace di recuperare allo svantaggio in pieno recupero e con un uomo in meno. La buona notizia non è solo il passaggio del turno, ma anche il gol all’esordio di Carlos França: il bomber impiega solo 26’ per andare a segno con la maglia rossoblù recuperando lo svantaggio iniziale. Tra gialloblù e rossoblu è stata partita vera per oltre i 90′ ed anche dopo con i calci di rigore che hanno tenuto con il fiato sospeso i tanti simpatizzanti che fino a quel momento non si erano affatto annoiati. Si è giocata ieri, GravinaPotenza di Coppa Italia dopo il rinvio dello scorso 28 agosto a causa del ricorso, poi vinto, dal Potenza a danni della Sporting Fulgor Molfetta. Partita intensa, fin dai primi minuti e dagli alti contenuti tecnici con le due squadre che hanno mostrato di possedere due organici di categoria superiore. E la capolista del raggruppamento H del campionato di Serie D, seppur ai rigori, non ha fatto sconti. In vantaggio fino al 90′ la squadra di Ragno si è fatta rimontare dai murgiani di casa con un rigore realizzato da Cacace in pieno recupero per il 2-2 finale dei tempi regolamentari. Pronti via ed è subito partita vera con Cacace che la sblocca dopo 10′ di gioco. Le squadre si affrontano a viso aperto ed il pubblico presente sugli spalti si diverte davvero. Il Potenza vuole il pareggio e l’ottiene subito dopo con França che batte inserabilmente Romaniello. Finale di tempo ancora effervescente: si sbaglia da una parte e dall’altra con le squadre alla ricerca del raddoppio. Ripresa con le due squadre mai dome. Si parte su grandi ritmi con i due portieri che spesso devono fare gli straordinari. Sbaglia il gol del raddoppio il Gravina, lo fa anche il Potenza. Dentro forze fresche da una parte e dall’altra. Entra Siclari per Franca, pure Guaita per Pepe. Si continua a pigiare sull’eccelleratore e sono gli ospiti a trovare la rete del vantaggio con Pepe alla mezz’ora della ripresa. Finale di gara ancora con tanti capovolgimenti di fronte: gara finita al 90′? Per niente affatto. In pieno recupero arriva il pari dei murgiano con Cacace che realizza un calcio di rigore decretato da Foresta di Nola. Poi i calci di rigore: implacabili quelli del Potenza, sbagliano Salatino e Chiaradia per i murgiani ed i rososblu ospiti passano al turno successivo di Coppa. Domenica si ritorna per il campionato: il Gravina giocherà ad Apricena (provincia di Foggia) con l’Alto Tavoliere, mentre il Potenza attande l’arrivo del Manfredonia attualmente ultimo in classifica.

Condividi subito

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com