L’ambiente va rispettato al di là di ogni ideologia politica!

RISCALDAMENTO GLOBALE :           USA & getta NO accordo di Parigi !

L’ambiente va rispettato al di là di ogni ideologia politica!
BORGO ANTICO PORTASALZA – POTENZA · VENERDÌ 2 GIUGNO 2017


“Immaginate di avere, come è successo a me e a molti romani, il cassonetto sotto casa costantemente pieno, tanto che, per buttare la spazzatura, l’unica soluzione fosse quella di caricarsi di buste e raggiungere a piedi il cassonetto vuoto più vicino, che si trova a qualche centinaio di metri di distanza.

Ora immaginate che il vostro vicino di casa, un omone ignorante con una pettinatura che sembra una via di mezzo tra un gatto morto e una caricatura di Elvis tinto di rosso, decidesse che, visto che non ha la minima intenzione di farsi quelle centinaia di metri a piedi, la scelta migliore per lui fosse quella di gettare la sua immondizia nel cortile condominiale.

Probabilmente voi e gli altri condomini provereste a fargli notare che, così facendo, il cortile si riempirebbe di ratti, i ratti porterebbero le malattie, i bambini non potrebbero più giocare lì sotto, si correrebbe il forte rischio di prendere tutti la leptospirosi e via dicendo.

Ma immaginate che l’omone col gatto morto in testa vi rispondesse: “Non se ne parla. Io c’ho la sciatica, mia moglie c’ha il gomito della lavandaia, non ci possiamo mica fare duecento metri per buttare la spazzatura. Io butto tutto in cortile, non mi rompete i coglioni, io devo pensare prima a me e ai miei familiari”.

Ah, ho scordato di dirvi di immaginare anche che il tizio in questione fosse pieno di armi da fuoco in casa e pure parecchio prepotente.

Uno di quelli che piacciono tanto a Salvini, uno che, se gli gira storto, prende il fucile e ti spara dal balcone.

Ecco, l’uscita di Trump dal trattato di Parigi sull’inquinamento significa più o meno questo, solo su scala globale e con ripercussioni infinitamente più gravi: lo scioglimento delle calotte polari, l’innalzamento del livello del mare, la progressiva desertificazione di molte zone della terra (desertificazione che provoca e provocherà ulteriori migrazioni umane), la sparizione di centinaia, migliaia, di specie animali e via dicendo.

Con questa mossa, Trump fa più vittime che sganciando mille bombe.

Solo che ci ammazza lentamente, nel tempo, quindi oggi non ce ne accorgiamo neanche, perché vediamo solo qualche sacchetto di immondizia in cortile.

Viviamo in un momento storico in cui l’opinione pubblica scatta in piedi se vede maltrattare un gattino, ma si gira dall’altra parte se qualcuno programma di sterminare interi ecosistemi per non rinunciare alla propria libertà di inquinare.

Ma gli altri abitanti del condominio, tutti insieme, sono tanti.

Se solo si accordassero potrebbero costringere il tizio col gatto morto in testa a smettere di usare il cortile come discarica.

Non lo fanno perché hanno paura.

E in questo senso la colpa è anche loro, è anche nostra.”

Domenico Leccese