Francesco Mollica: “Usare il web con cognizione di causa”

“Usare il web con cognizione di causa”

© 2013 - Il presidente del Consiglio Francesco Mollica

Il presidente del Consiglio Francesco Mollica

“A voi ragazzi, che siete il futuro della nostra società, consiglio di utilizzare tutti gli strumenti all’avanguardia. Ma internet va usato con cognizione di causa. Bisogna formarsi e informarsi per padroneggiare i social, per capire cosa ci piace e cosa no, cosa può essere un vantaggio e cosa invece evitare”. Lo ha detto il presidente del Consiglio regionale, Francesco Mollica, che oggi a Venosa, nell’Aula Magna del Liceo Classico Statale “Quinto Orazio Flacco”, ha partecipato al convegno dal titolo “Gli Studenti digitali e le trappole della rete”, nell’ambito del festival “Borgo d’Autore”, rassegna dedicata ai libri e alla lettura promossa dall’associazione culturale “Il Circo dell’Arte”.

Mollica ha citato una celebre frase pronunciata da papa Giovanni Paolo II il 18 aprile 2001 (“Prestare attenzione ai ragazzi nel campo dei media è uno dei principali paradigmi di civiltà e progresso; è un compito esaltante a cui tutti devono contribuire secondo il proprio ruolo e le proprie competenze”), per motivare l’attenzione del Consiglio regionale per le manifestazioni culturali del territorio. Ed ha ricordato che “come Consiglio regionale della Basilicata stiamo promuovendo lo sviluppo delle nuove tecnologie ma allo stesso tempo, promuovendo la lettura con il sostegno alle case editrici lucane, e con la partecipazione alle Fiere internazionali di Torino e Milano, la lettura dei quotidiani e dei libri nelle scuole”.

“Così la cultura incontra la cultura e parla di cultura” ha aggiunto Mollica, con un gioco di parole per condividere il senso di una manifestazione culturale significativamente organizzata nel centro storico di Venosa, ed alla quale hanno partecipato il sindaco Tommaso Gammone, la vice preside Anna Bellusci, il docente Ernesto Miraglia e l’esperta di social media marketing Sabrina Vasciaveco.