TECNICI DI FIDUCIA 5 STELLE E TECNICI DI FIDUCIA ARPAB: CI FIDIAMO?

«Chiederò che dei miei tecnici di fiducia possano operare in contraddittorio con i tecnici di fiducia a 5stelle, che opereranno in contraddittorio con Arpab. Qualcun altro vuole aggiungersi?». Con una domanda ironica, ma che coglie il punto sulla situazione reale che si è creata intorno alle analisi dell’invaso Pertusillo, Maurizio Bolognetti, portavoce dei radicali lucani, imposta, nel suo intervento, un ragionamento tutt’altro che comico e scontato sul rapporto tra Arpab e partiti politici. «I direttori delle Arpa – prosegue il radicale -, sono di nomina politica, e questo è un dato che ho sempre contestato, proponendo alternative agli attuali meccanismi. Ma proprio per questo, e a maggior ragione, ritengo che sia lunare che Arpab abbia accettato di svolgere analisi in contraddittorio con tecnici nominati da un Partito politico. Al direttore dell’Arpab Edmondo Iannicelli dico che occorre riguadagnare con urgenza il senso delle istituzioni». Bolognetti ritiene che sia paradossale e «inaccettabile che un Ente pubblico, che ha nella sua mission la tutela dell’ambiente e quindi della salute pubblica, possa accettare di svolgere il proprio lavoro sotto la tutela di un Partito politico. La decisione di Arpa stabilisce un pericoloso precedente. Da oggi chiunque, e sottolineo chiunque, può sentirsi legittimato a chiedere che le analisi sul luogo y o sul luogo b vengano fatte in contraddittorio con propri tecnici di fiducia. Non so se i protagonisti di questa vicenda siano in grado di percepire fino in fondo la gravità delle scelte operate, ma a me sembra evidente che stiamo precipitando verso una confusione di ruoli che non porterà niente di buono». «Arpa Basilicata – sottolinea Bolognetti – si è di fatto auto-commissariata e auto-sfiduciata. Se i 5stelle non si fidano dell’operato dell’Agenzia, allora chiedano le dimissioni e la rimozione di Iannicelli». «Con i mezzi che hanno a disposizione, Grillo e soci – aggiunge il radicale lucano – potrebbero far arrivare in Basilicata fior di scienziati, tecnici, ecc. ed effettuare un serio e approfondito campionamento del lago di Pietra. Io, avendone i mezzi, farei così. E se poi le mie analisi facessero emergere risultati diversi da quelli dell’Agenzia, due minuti dopo chiederei la testa di Iannicelli e presenterei un esposto alla Procura della Repubblica». «E invece no; lor signori continuano – conclude Maurizio Bolognetti – con il loro stucchevole tentativo di cavalcare certi temi per questioni di mera visibilità e si guardano bene dall’utilizzare la potenza di fuoco di cui dispongono. A volte, lo confesso, vengo assalito dalla sgradevole sensazione che tutta sta manfrina sia solo un gioco delle parti. Ho deciso! Chiederò che dei miei tecnici di fiducia possano operare in contraddittorio con i tecnici di fiducia a 5stelle, che opereranno in contraddittorio con Arpab. Qualcun altro vuole aggiungersi?»