IL MOLESTATORE DI #POTENZA E’ LIBERO E COLPISCE ANCORA

Il “falegname di Verderuolo” è ancora libero, si tratta di A.M., trentenne residente in via Ancona a Potenza, zona in cui si esibisce masturbandosi davanti a chi capita, anche minorenni. Nonostante le decine di denunce e i nostri articoli, la Polizia non lo ha ancora fermato e il sindaco De Luca non ha firmato il Trattamento sanitario obbligatorio. Sul perché non si proceda con l’arresto o il Tso, non è dato comprendere le motivazioni. L’ultimo episodio lo denuncia un utente sui social, preoccupato per la figlia minore:: «Ho incontrato il falegname. Era lo stesso di ieri, scendo le scale del portone, lui sale. Gli chiedo: Scusa dove vai? Mi risponde: Non vedi che c’è una legge scritta sotto? (e continua con frasi senza senso). Gli rispondo: Sì ma io non ti ho mai visto in questo palazzo. Mi dice, sempre in modo sconclusionato, che è meglio che mi faccio i cazzi miei, se non voglio conseguenze. Insisto a parlare e mi risponde in inglese: Do you speak english? E sale le scale…Io scendo, busso mia moglie dicendole di non aprire a nessuno, chiamo il 113 , ma intanto lui esce dal portone. Lo abbiamo segnalato. Dieci minuti prima era salita Lauretta da sola. Grazie a tutti che lo tengono libero. Devono capitare personalmente le cose… Sto stronzo perché gira ancora?». Ennesima segnalazione al 113, ma l’uomo rimane libero di perpetrare le sue “gesta”. Per ovvie ragioni di opportunità, non diamo il nome completo e ne abbiamo oscurato il volto. E’ da tempo che avremmo potuto dare le generalità compiute, abbiamo voluto evitare. Ma, vista l’inerzia di chi di competenza, non possiamo che continuare a invitare coloro che dovessero imbattersi nel soggetto a chiamare le forze dell’ordine. Chi di competenza dovrebbe agire il prima possibile, non solo per l’incolumità dei cittadini, vista l’escaltion degli episodi, ma anche per garantire quella del soggetto, in quanto sui social è caccia all’uomo.