LUCANE PER IL SÌ, INCONTRO A #POTENZA

img_2738Un incontro per discutere e spiegare le ragioni del SÌ al prossimo referendum del 4 dicembre. Iniziativa promossa dalle “Lucane per il Sì”, Ausilia Greco e Lucia Sileo, quest’ultima fondatrice a livello nazionale delle “Donne per il Sì”.
Nell’incontro si è spiegato che il Sì non stravolge la Costitizuone che nella sua parte dei diritti fondamentali, rimane, per dirla alla Benigni, la più bella del mondo. Ma essa va adeguata ai tempi nella parte operativa. La Greco ha sottolineato che “il CNEL, organismo inutile e costoso, col Sì sarà abolito”. Lucia Sileo si è soffermata sul fatto che   grazie a questa riforma il ruolo delle donne sara’ meglio tutelato. Per il consigliere regionale Vito Santarsiero “questa riforma non può essere utilizzata come arma di scontro tra fazioni del partito. Sono quarant’anni che il nostro paese ha problemi di crescita. Il nostro sud vive una situazione drammatica senza possibilità di dare risposta ai nostri giovani. Snellire le procedure e i costi è una priorità per rendere il Parse più competitivo. Non capisco perché si dovrebbe dire No a questo processo”. Santarsiero ha concluso “il Paese è frenato dalle due Camere che fanno la stessa cosa. Io ho fatto il sindaco, se avessi dovuto ragionare con due Consigli Comunali, non avrei potuto lavorare”.