«CONTI SBALLATI MENTRE LA BASILICATA AFFONDA»

Condividi subito

«Quando Pulcinella disse “signor giudice chiedi a mia moglie”. Checché ne pensino vecchi e nuovi pretoriani di Pittella, la domanda che i cittadini lucani legittimamente si pongono è la seguente: com’è possibile che in un triennio di gestione si possa passare dall’oscar di bilancio alla minaccia di dissesto?». E’ quanto si domanda Sinistra italiana di Basilicata che affonda: «Questo è l’interrogativo ineludibile al quale dovrebbe sentirsi in dovere di rispondere chi è investito del compito di governare la regione dal 2013. Tutto il resto è chiacchiera, balbettio senza costrutto, ormai inutile a tranquillizzare anche il più sprovveduto degli ascari (sempre meno numerosi) che compongono lo stuolo degli accompagnatori del Presidente. Stupisce, dunque, che chi dovrebbe con sobrietà e realismo rappresentare i problemi (molto seri) che investono l’universo produttivo regionale abbia deciso di ridursi al ruolo di corifeo di regime. Non si è accorto, probabilmente, che è scaduto il tempo della distribuzione di mance e prebende e che le nuvole che si addensano sul futuro della regione consiglierebbero ben altra cautela. Per parte nostra è scritto nella nota di Sinistra italiana – torniamo a chiedere a chi ha il dovere di fare chiarezza che dia conto al Consiglio regionale e ai cittadini lucani di quanto è successo, e soprattutto cosa intende fare per portare la Basilicata fuori dal guado».

Condividi subito