CALCIO: IO AMO IL #POTENZA NON CONTRIBUIRÀ ALL’INGAGGIO DI CAPUANO

Condividi subito

Capuano, come detto nelle scorse ore, vorrebbe allenare il Potenza. Ma per farlo chiederebbe una cifra spropositata e fuori dalla portata di Vangone e Vertolomo.  Questi hanno fatto appello alla città per reperire fondi utili a coprire l’ingaggio di Capuano. Anche perché il tecnico salernitano con le sole garanzie di V&V non sarebbe intenzionato a firmare a Potenza. Capuano per rescindere il contratto in essere con l’Arezzo vorrebbe che anche un gruppo di potentini si facesse garante del suo ingaggio, non fidandosi del tutto di V&V. Nelle scorse ore si era parlato di un coinvolgimento della costituenda associazione “io amo il Potenza” per un sostengono. Ma, dopo la smentita di Sportissimo (clicca qui per leggere l’articolo), arriva anche quella dell’associazione che ha dichiarato: “La nascente associazione io amo il Potenza, lo dice il verbo, non è ancora operativa. Lo sarà a breve. Si precisa che anche quando sarà nel pieno delle sue funzioni di certo non avrà la funzione di elargire soldi a chicchesia. I soldi che riuscirà a gestire sono dei tifosi e con essi stabilirà le forme di come utilizzarli al meglio per il bene del Potenza”. Insomma un altro messaggio a V&V, che stanno ricevendo picche a destra e sinistra. Come si è detto, era immaginabile. Gestire il Potenza come un giocattolo personale e poi chiedere alla città di “mettere mano alla tela” per pagare un tesserato, non è stato gradito dai potentini.

Condividi subito