«DA FOLLI TRIPLICARE LE TARIFFE DEI PARCHEGGI NEL CENTRO DI POTENZA»

«Dopo due anni e mezzo di errori il problema dei parcheggi in centro ritorna al suo punto di partenza nel modo peggiore e nel periodo peggiore». È il commento di Alessandro Galella, consigliere comunale di Fratelli d’Italia- Alleanza nazionale al Comune di Potenza. «Solo un folle potrebbe chiedere ai residenti e agli avventori del centro storico – evidenzia – di pagare cifre triplicate rispetto al passato proprio nel momento in cui i parcheggi disponibili sono al minimo storico a causa dei lavori nel centro. Sono passati più di due anni dall’insediamento della nuova amministrazione e non è stato fatto nulla. Si potrebbe aspettare qualche altro mese». Secondo Galella è ovvio che questo sia solo un modo per il Comune di fare cassa a scapito dei cittadini. Soprattutto quelli residenti perché sono gli unici ad avere una seria necessità di parcheggiare e, quindi, sono obbligati a pagare i permessi. Galella aggiunge: «Ritengo che la situazione non consenta di chiedere ulteriori sforzi ai residenti del centro e ai cittadini tutti e che, per questo, si debba aspettare l’ultimazione dei lavori, prima di poter chiedere il pagamento dei parcheggi. Due macchine a nucleo familiare dovrebbero avere la stessa tariffa di 50 euro, mentre la seconda macchina della stessa persona dovrebbe costare 100 euro o anche di più. Sarebbe necessario garantire a tutti gli abitanti del centro, finchè la situazione non migliori, il permesso gratis anche nel garage di viale dell’Unicef. Spero che il sindaco – conclude – possa prendere in considerazione queste modifiche e ritardare la partenza dei parcheggi, perché un buon sindaco deve ascoltare i suoi cittadini e non qualche assessore che ha perso il contatto con la realtà».