IL POTENZA A CAPUANO?

Dopo l’incredibile sconfitta interna, per 5 a 3 contro il Madrepietra Daunia, il Potenza Calcio ha liquidato l’allenatore ebolitano Egidio Pirozzi. La società ha affidato momentaneamente la prima squadra al tecnico della juniores Vito Stenta, coadiuvato dall’allenatore in seconda Giuseppe Catalano, entrambi potentini. E, intanto, per archiviare la pesante sconfitta e mettere l’undici in mani più sicure è scoppiato il toto allenatore. All’hotel Santa Loya di Tito i lavori si sono conclusi per individuare il nome giusto per riportare il Potenza almeno nella zona play off e cercare di puntare più in alto. Il presidente Vangone un nome ce l’ha. È Ezio Capuano, Al mister campano andrebbe la panchina, l’area tecnica e la scelta di alcune figure strategiche all’interno del Potenza. Purtroppo è necessario fare i conti con la volontà dell’allenatore che mira a giocarsi le proprie carte in un campionato professionistico. La società sarebbe disponibile a offrire a Capuano anche un sontuoso contratto. L’importante per Vertolomo e Vangone è trovare le risorse economiche giuste e aprire il cuore di Capuano per rinnovare l’amore verso i colori rossoblu. La “mission” per Vangone non è impossibile. Dovrà trovare gli argomenti giusti per riportare a Potenza Ezio Capuano. Altro nome, già contattato dopo la sconfitta con l’Agropoli, è quello di Raffaele Esposito ma un secondo no appare scontato. Capuano, intanto, ha dettato le sue condizioni, tecniche e dirigenziali e nelle prossime 24/72 ore V&V dovranno dare una risposta con soldi alla mano. A Capuano andrebbero degli extra bonus in base ai risultati e non solo.