«LA REGIONE E’ SULL’ORLO DELLA BANCAROTTA»

Condividi subito

«A quanto pare l’ex gladiatore e i suoi sodali, che in questo triennio si sono applicati ai conti della regione Basilicata, sono riusciti a ottenere la bocciatura del rendiconto 2015 da parte della Corte dei Conti». E’ quanto afferma il portavoce di Sinistra Italiana Basilicata, Giuseppe Dalessando. «Circolano in questi giorni in ambienti della maggioranza ammissioni imbarazzate, mezze verità ed esplicite chiamate di correo in ordine a rilievi già ricevuti nel 2014: uso improprio delle royalties petrolifere, manovre volte ad aggirare i vincoli del patto di stabilita’, scarsa capacita’ di spesa rispetto ai programmi finanziari europei, magheggi arditi sui residui attivi. Quanto accaduto non ha precedenti e ciò, a prescindere dal modo in cui riusciranno a sistemare le carte entro fine mese. Appare evidente che la Regione, che soltanto tre anni fa aveva ottenuto l’oscar per la correttezza del bilancio, è stata evidentemente condotta sull’orlo della bancarotta, e nonostante l’interlocuzione avuta fin dal mese di giugno con la Corte dei Conti non si è riusciti a spuntare neanche una parifica parziale, ma solo una bocciatura senza appello. Un mix di lassismo, incompetenza e arroganza costituisce la cifra vera di un ceto politico di Governo regionale inadeguato a fronteggiare gli enormi problemi che la Basilicata ha dinanzi (dal salasso demografico all’aumento della povertà, dal disastro ambientale alla dilagante disoccupazione giovanile). Alla luce di quanto sopra si pongano immediatamente a disposizione del consiglio regionale tutti gli elementi (veri!!!) utili ad una valutazione rigorosa di quanto accaduto e delle cause che l’hanno determinato. I cittadini lucani e gli Enti locali vanno posti nella condizione di sapere qual è il destino che li attende nel 2017, al di la dei giochi di prestigio che hanno evidentemente esaurito il loro tempo. Si pongano le condizioni per poter giudicare e voltare pagina, perché è arrivato il momento che a questa banda del buco fatta da dilettanti allo sbaraglio, venga notificato lo sfratto».

Condividi subito