PISTA MATTEI: PUNTO D’INCONTRO TRA BASILICATA E CAMPANIA

La struttura aeroportuale di Pisticci come base di una rete di connessione e sviluppo fra aree meridionali e in primo luogo tra Valbasento-Basilicata e Salernitano-Campania. E’ l’obiettivo di un progetto messo a punto da Winfly, società di gestione dell’Enrico Mattei di Pisticci e compagnia aerea. Un progetto che a breve sarà concretizzato da un accordo di partenariato tra istituzioni lucane, con in prima fila il Comune e la Provincia di Matera e istituzioni salernitane (Comune e Provincia di Salerno-Confindustria Salerno-Camera di Commercio Salerno). Ne dà notizia Winfly precisando che l’interlocuzione istituzionale, favorita dal Gruppo imprenditoriale che fa capo a Winfly e opera anche nel Salernitano, è in una fase avanzata con la programmazione di un evento specifico finalizzato a “far volare” l’imprenditoria, il turismo, la cultura, lo sviluppo economico e l’occupazione di un vasto comprensorio di quattro regioni del Sud: Campania (Salernitano), Basilicata, Puglia (Tarantino) e Calabria (Alto Cosentino). Winfly – evidenzia la nota – ha raccolto le numerose richieste e sollecitazioni provenienti da categorie professionali ed imprenditoriali, grandi e piccole aziende, operatori turistici, amministratori locali non solo della Basilicata ma anche delle vicine province di Taranto e Cosenza, come di tanti cittadini (come testimoniano i 100mila contatti-interazioni sui social) per sviluppare la rete di connessione e sviluppo tra territori del Sud. Nello specifico, gli obiettivi riguardano i comparti turistico, turistico-culturale, come accrescere la presenza a Matera Capitale Europea della Cultura il 2019 e favorire la presenza alle Universiadi 2019 di Napoli, economico-imprenditoriale. Infine, per portare, positivi e rilevanti benefici sul piano occupazionale: sviluppare occupazione diretta ed indiretta nei due scali aeroportuali, oltre che di servizi per il traffico passeggeri; sviluppare occupazione specializzata nella manutenzione di aerei ed assistenza ai voli e istituire il Polo Didattico Aeronautico (Pisticci). Il Gruppo Winfly, che da anni sta facendo fino in fondo la sua parte di ente gestore, andando decisamente oltre a quanto dovuto, investendo proprie risorse finanziarie, professionali e di mezzi – si legge nella nota – continua a perseguire il proprio progetto industriale per consentire l’impiego a Pisticci di aerei Atr sino a 49 posti come step successivo e per passare, con l’allungamento della pista e altri interventi infrastrutturali minimi, all’utilizzo dei regionali jet fino a 90/100 passeggeri o da volo misto (passeggeri-cargo). Progetto industriale che prevede inoltre un utilizzo della struttura per ogni esigenza di mobilità aerea, oltre che di hub per servizi (eliambulanza, antincendio, protezione civile, monitoraggio ambientale, ecc) con ricadute importanti sull’occupazione diretta ed indirette e sull’economia locale. Non si sottovaluti – conclude la nota – che molti aeroporti minori italiani, specie al Sud, non funzionano poiche’ non dispongono di una compagnia aerea , cosa che a Pisticci invece esiste determinando una situazione ideale per sviluppare rapidamente progetti e collegamenti con realtà del Mezzogiorno come quella vivace del Salernitano e delle altre province – Napoli, Benevento e Avellino – che seguiranno nelle iniziative promosse da Winfly.