OPERE INCOMPIUTE: REGIONE COLPEVOLE

Condividi subito

Invece di diminuire crescono le opere incompiute in Basilicata. In molti casi si tratta di opere già finanziate e in tutto, al 31 dicembre 2015, sono 36. E’ quanto emerge dal rapporto sulle opere pubbliche incompiute redatto dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Delle 36 opere da completare, due in più rispetto al 2014, 27 sono nella provincia di Potenza e 9 in quella di Matera. Tra le opere rientrano autostrade, ospedali, ferrovie, scuole, strade e tutte quelle strutture che si caratterizzano per la loro importanza strategica, economica e sociale. Tra le opere principali troviamo il completamento della stada Potenza-Melfi che fa registrare una percentuale di esecuzione dei lavori del 4,8%, lavori consegnati nel 2009 e che sarebbero dovuti durare 2 anni e  7 mesi, ma i cantieri a oggi sono ancora presenti lungo l’arteria viaria. Si trovano anche opere di depurazione e smaltimento delle acque reflue che vedono quale stazione appaltante il Consorzio per lo sviluppo industriale della Provincia di Potenza e che fanno registrare una percentuale di realizzazione del 72%, benché non necessitino di ulteriori oneri per l’ultimazione. Nella lista nera anche la costruzione dell’Antiquarium a Vaglio e del raccordo ferroviario industriale di Baragiano. Le risorse utilizzabili dalla Regione ammontano a 831 milioni di euro, per quanto riguarda il Fondo di Sviluppo e coesione, attribuiti al massimo ente territoriale nel ciclo della programmazione 2007-2013 che, però, la Basilicata al 31 dicembre dello scorso anno è riuscita a spendere solo in minima parte le somme, ovvero l’8,5% privando di fatto i lucani delle opportunità che l’Europa ha riservato per la Basilicata. Elenco delle opere incompiute.

Condividi subito

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com