TRENO ROMA-POTENZA: 4 ORE DI RITARDO E PASSEGGERI COSTRETTI A RIENTRARE IN PULLMAN

trenitaliaNuovi disagi sulla linea Roma-Potenza-Taranto. Questa volta il ritardo è stato di 4 ore per l’intercity proveniente dalla capitale, un odissea per circa 200 viaggiatori. Il ritardo non è stato accumulato sull’intera tratta, bensì solo per arrivare a Picerno. Numerose le lamentele dei viaggiatori, che la scorsa notte, hanno dovuto viaggiare su un treno rotto e con scarsa assistenza. Trenitalia questa volta però si scusa pubblicamente, con una certificazione online sostenendo che si è trattato di un problema tecnico. Il treno partito da Roma alle 15.26 con un arrivo previsto a Taranto alla 23.55, ma a quell’ora i passeggeri si trovavano ancora a Picerno. Scesi dal treno guasto, i viaggiatori sono dovuti salire sugli autobus sostitutivi per proseguire fino alla stazione di Taranto, sostando anche per Potenza, Grassano, Ferrandina e Metaponto. Trenitalia naturalmente ci tiene a far sapere che si scusa con i viaggiatori, ai quali sarà rimborsato per intero il prezzo del biglietto. Ma non è tutto nella mattina, un’altra viaggiatrice on-line ha postato una foto in cui spiegava che era stato soppresso un altro treno Salerno- Potenza Centrale senza alcun avviso vocale, almeno nella immaginestazione di Baragiano. Non vedendo arrivare il treno scrive la pendolare, su faceboock: «ho controllato appena in tempo on line per riuscire a prendere un autobus, pagando, ovvimente, un altro biglietto. Nonostante sia in possesso di abbonamento mensile Trenitalia». Brutta pagina quella delle infrastrutture lucane, se si pensa che nenache un mese fà si parlava dell’arrivo del Freccia Rossa, anche quello cancellato.