TERRORE A BORDO DI UN PULLMAN MAROZZI

Condividi subito

La notte fra domenica 6 e lunedì 7 novembre, una sessantina di passeggeri a bordo di uno dei pullman della linea Marozzi in viaggio da Taranto verso Roma, hanno vissuto attimi di terrore. Sono stati assaliti e rapinati da due uomini armati di fucile. Il tutto è avvenuto poco prima del casello autostradale di Cerignola, in provincia di Foggia. A seguito della solita sosta a Canosa di Puglia, mentre il mezzo transitava nelle campagne del luogo e si apprestava a prendere la strada principale, a pochi metri dal casello ha trovato la strada sbarrata da due auto di grossa cilindrata: un SUV e un’Audi A6. Dalle vetture sono scesi quattro uomini, tutti con il volto coperto. Due di loro sono rimasti giù per controllare la strada e gli altri due, armati, sono saliti sul pullman. Dopo aver percosso uno dei due autisti con il calcio del fucile e immobilizzato dietro minaccia l’altro, hanno derubato i passeggeri del piano inferiore del pullman: telefoni cellulari, denaro e portafogli. Una signora anziana, terrorizzata, ha preferito consegnare direttamente il portafogli per evitare il peggio. Proprio quando stavano per proseguire la loro opera al piano rialzato, sulla strada principale è arrivato un camion che ha acceso gli abbaglianti per indurre le auto a spostarsi. I due che erano di sentinella hanno lanciato l’allarme, richiamando in dialetto foggiano i complici, e sono fuggiti a bordo delle due auto. Il pullman ha quindi ripreso la marcia fino al più vicino autogrill, dove i passeggeri hanno potuto scambiarsi le testimonianze. L’episodio è stato denunciato ai carabinieri di Cerignola, ai quali è stato anche trasmesso il numero di targa delle auto. Altre denunce sono state poi presentate dai singoli passeggeri una volta arrivati a destinazione.

Condividi subito