E’ IL LUCANO CARLOMAGNO ALLA LEOPOLDA A FAR “FUORI” DAL PD BERSANI

E’ stato il marateota Geppino Carlomagno a creare probabilmente la definitiva frattura in casa Pd tra Renzi e Bersani. carlomagno-videoE’ lui che per primo ha urlato «Cacciali fuori!» all’indirizzo della minoranza PD che vede tra i suoi maggiorenti un altro Lucano, Roberto Speranza. Carlomagno ha incitato la folla della Leopolda, che lo ha seguito durante il discorso di Matteo Renzi. Subito dopo lo show di Carlomagno sono così partiti cori da stadio per la cacciata dei bersaniani dal partito. «Fuori fuori» è stato il coro al termine dell’intervento di Renzi. Cliccando sul video a lato si può vedere la sequenza che ha dato il via alla contestazione che ha avuto importanti strascichi interni all’ormai lacerato partito democratico. Durissima la reazione di Bersani che non ha escluso la scissione.  L’ex segretario PD ha, infatti, dichiarato stizzito: «Fuori Fuori?» I leopoldini possono risparmiarsi il fiato, vanno già fuori parte dei nostri. Io sto cercando di tenerli dentro, ma se ci chiedono si stare fuori, bisognerà rassegnarsi». bersani-renziE sull’ipotesi della nascita di un nuovo soggetto politico al di fuori del PD dopo questo ennesimo attacco è stato possibilista: «Non ne parlo certo io. Però ho sentito un certo brivido leopoldino. In un partito di sinistra non puoi dire ‘fuori’, devi ammettere che la gente ragiona con la sua testa. Io dico ‘dentro, dentro’, ma se il segretario dice ‘fuori, fuori’ bisognerà anche rassegnarsi a un certo punto».Non c’è che dire. Il Geppino lucano, l’ha davvero combinata grossa.