VIVIANI: IL SINTETICO NON LO RENDERÀ PIÙ ACCESSIBILE

Condividi subito

Sull’utilizzo del campo Viviani è di nuovo polemica. L’importante intervento di riqualificazione dello stadio, che è costato alle casse comunali circa 530 mila euro, con i lavori di rifacimento del manto erboso in sintetico, doveva portare anche ad un utilizzo diverso e ampliato rispetto al passato. Ma a quanto pare non sarà così. Dopo l’incontro tra la società del Potenza Calcio e l’amministrazione, il campo sarà dato esclusivamente in utilizzo alla prima squadra. Con la realizzazione del nuovo manto sintetico, sarebbe stato opportuno consentire di svolgere le proprie attività nell’impianto anche alle società di calcio delle categorie inferiori. In molti si chiedono, c’è un acceso dibattito anche online, a cosa sia servito spendere tanti soldi pubblici senza un reale benefico per la città. In principio, basti vedere per esempio le dichiarazioni del capogruppo Pd Iudiciello, i lavori sono stati pensati per due ordini di motivi: rendere fruibile in maniera ininterrotta il campo e con la conseguenza di dare l’opportunità a più soggetti di usufruire di quello spazio, contribuendo ad aumentare la diffusione della pratica sportiva e, contestualmente, a incrementare gli introiti per le casse comunali. Come dicevamo, in queste ore sono assai numerose le polemiche sulla scelta dell’amministrazione. A essere molto arrabbiati, sono soprattutto i dirigenti delle altre realtà, a cui era stata prospettata la possibilità di poter migliorare col nuovo Viviani le attività delle loro associazioni sportive. Ma l’accordo che si sta siglando tra prima squadra e amministrazione, non lascia scampo a proposte come quella del consigliere comunale Fanelli il quale aveva chiesto: «Priorità assoluta alla prima squadra di calcio cittadina, ma bisogna consentire che, nelle ore nelle quali  il campo è libero, anche gli altri possano utilizzarlo».

Condividi subito