REDDITO MINIMO, ARRIVATE 12.000 DOMANDE

Seduta congiunta della seconda e quarta commissione consiliare per analizzare lo stato di avanzamento del programma del reddito minimo di inserimento. Il dirigente generale del dipartimento della Presidenza, Vito Marsico, ha fatto presente ai consiglieri regionali la volontà dell’ente di dare sostegno al reddito delle fasce sociali più deboli. Due i bandi emanati: uno per individuare i beneficiari e l’altro per indurre i Comuni a presentare progetti per far fronte a situazioni di criticità socio-economica. Marsico ha reso noto che «sono pervenute 800 domande per quanto riguarda la platea A, quella comprensiva dei beneficiari ex mobilità in deroga e 11.200 domande per quanto concerne la platea B, di cui fanno parte i soggetti con un reddito inferiore ai 9.000 euro. Dodicimila, quindi, il totale delle richieste. Da distribuire sul territorio – ha detto Marsico – 30 milioni di euro all’anno, considerando una quota pro-capite di 6.000 euro, per 4.000-4.500 unità circa». «Partiti, e questa è la notizia di rilievo – ha sottolineato il dirigente generale – i tirocini di inclusione con i finanziamenti rivenienti dal Fondo sociale europeo. Interessate circa 1.500 persone, di cui 800 ex mobilità in deroga e 700 ex copes. Due milioni la spesa per i tirocini di inclusione, 900 nella provincia di Potenza, 600 in quella di Matera. A oggi – ha precisato Marsico – partiti un terzo dei Tirocini: 324 in provincia di Potenza, 206 in quella di Matera. L’inizio per altri 1.000 previsto per la metà del mese di novembre». Marsico ha, inoltre, comunicato che «si sta valutando la possibilità di rivedere i criteri della graduatoria, ovvero di lasciare quest’ultima invariata, tenendo anche conto che il reddito Isee “viaggia” con due anni di ritardo, vale a dire che rifacendo la graduatoria nel 2017, i dati sarebbero relativi all’anno 2015». A margine dell’audizione il presidente della commissione Romaniello ha chiesto a Marsico di avere a disposizione della seconda Commissione il numero di domande per il Reddito minimo di inserimento relative a ciascun Comune della Basilicata.