PENSARE IN GRANDE IN VISTA DEL CAPODANNO RAI

«Il capodanno Rai in diretta nazionale è la grande occasione per la città di rilanciare il suo ruolo di città capitale di tutti i lucani. Sono oramai mesi che non faccio altro che ripeterlo in ogni modo. Nessuno pensi al solo capodanno, sarebbe una vera e propria follia». E’ quanto sostiene Alessandro Galella di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, secondo il quale dall’otto dicembre all’otto gennaio Potenza dovrà mostrare tutto il meglio di cui è capace. Già normalmente nel periodo natalizio la città esplode, letteralmente, di iniziative realizzate dalle centinaia di associazioni che in città sono iperattive. «Questa volta – evidenzia Galella – serve coordinare tutte queste iniziative e comunicarle non solo agli abitanti della città e della regione ma anche a quelli delle province vicine. E’ assurdo che ad oggi nessuno abbia pensato di dover mettere allo stesso tavolo Regione Basilicata, Provincia di Potenza, Comune e Apt». Secondo Galella il tempo rimasto per rendere l’evento un motivo di rilancio della città è veramente poco. Per questo, sollecito il sindaco a non lasciare che il capodanno rimanga un evento per mettere in vetrina i soliti noti ma per dare la possibilità concreta a tutti di dare il proprio contributo per renderlo strepitoso». L’esponente di FdI-An ricorda che ha suggerito da tempo di realizzare un concorso di idee per la realizzazione di un logo per questo mese, da poter poi utilizzare ogni anno. «Andrebbe, inoltre, realizzata una guida cartacea, in collaborazione con l’Apt, per mettere in mostra tutte le bellezze della città e per suggerire ai turisti un tour non solo di Potenza ma anche delle zone limitrofe, di facile consultazione e che permetta a chi decide di raggiungere la nostra città di potersi muovere agevolmente». Il logo, aggiunge, rappresenterebbe un marchio del Natale potentino, un messaggio comunicativo da diffondere, già a partire dal mese di novembre, attraverso le radio, le affissioni e la stampa, per invitare più gente possibile a visitare il capoluogo dei lucani e per scoprirne tutte le bellezze dell’antichità, del presente e della natura che rendono la nostra città unica. La guida permetterebbe ai turisti di scoprire gli angoli più segreti e più suggestivi della città, di scoprire la cultura dei potentini e dei lucani. Per conoscere la grande varietà gastronomica e ovviamente tutte le iniziative culturali, mostre, concerti e presentazioni. Galella suggerisce di istituire un servizio di trasporto negli orari notturni, intensificare la pulizia della città e del verde pubblico, donare il massimo splendore al ponte Musmeci, riproporre il giardino verticale sulle 100 scale e utilizzare la Villa del Prefetto.