MATERA, IMMOBILI NEI SASSI NON TRASFERITI AL COMUNE

Prosegue, nell’ambito di un’azione di collaborazione operativa con l’Agenzia delle Entrate e con il Demanio, l’attività dell’amministrazione comunale per mappare la situazione attuale delle unità immobiliari presenti nei Sassi. Nel corso di una conferenza di servizio, infatti, è stato sottolineato che una recente ricognizione dell’Ufficio Sassi ha documentato come numerosi immobili siano sfuggiti al trasferimento dal Demanio al Comune, come previsto alla legge 619/52. Dal momento che alcuni immobili, al contrario, necessitano di una rettifica dei dati catastali e di altri elementi necessari ad individuarne chiaramente la proprietà, dopo l’esame della documentazione relativa alle unità immobiliari del Comune che si trovano nei Sassi, l’Agenzia delle Entrate ha comunicato che alcune sono già concedibili ai sensi della legge 771/86, mentre per altre è ancora necessario procedere ad indagini specifiche. «E’ ovvio – spiega l’assessore ai Sassi, Paola D’Antonio – che la ricognizione puntuale che gli uffici stanno effettuando, ci consentirà di avere chiara la situazione e di procedere a tutti i passaggi che si renderanno necessari per il trasferimento di queste unità all’amministrazione comunale. Il meccanismo che abbiamo messo a punto, grazie alla collaborazione di Agenzia delle Entrate e Demanio, apre una nuova fase di puntuale ricognizione, ma soprattutto di lotta aperta ad ogni forma di speculazione edilizia che qualcuno potrebbe tentare di avviare nei Sassi. Matera è una città sana, nel suo tessuto imprenditoriale ed economico, e così vuole restare. La sua eccellenza mondiale, riconosciuta dall’Unesco – conclude l’assessore D’Antonio – verrà tutelata con tutti gli strumenti possibili».