#POTENZA CALCIO, SINDACO CONTRO LA SOCIETÀ: «LE RELAZIONI DEVONO ESSERE CORRETTE. SONO INSODDISFATTO»

viviani-lavoriE’ un De Luca che non ti aspetti quello che ai microfoni dell’Ufficio Stampa di Basilicata tuona contro la società, definendola di fatto “scorretta”. Alla specifica domanda del giornalista Cutro, il primo cittadino potentino, senza mezzi termini, afferma: «L’amministrazione può intervenire anche in termini di mediazione quando ci sono trattative per mettere una parola di pace. Ma penso che il calcio debba essere gestito da chi di competenza, ossia dalle società sportive. Noi dal canto nostro abbiamo impostato una ristrutturazione del campo di calcio avviando il lavori si posa del campo in erba artificiale e altre cose faremo per migliorare il Viviani». Ma è sulle relazioni e sulla correttezza dell’attuale dirigenza che De Luca rincara la dose, affermando:«Contestualmente al nostro impegno, abbiamo bisogno di relazioni corrette e, sotto questo punto di vista, sono insoddisfatto. La cattiva gestione dei rapporti di correttezza non è causa del comune. C’è una cattiva tendenza a caricare tutti i problemi sulla cosa pubblica: così non è e così non deve essere». E in chiusura di intervista la botta finale: «Ognuno si assuma le proprie responsabilità. Io come sindaco mi assumo le mie, la società di calcio le sue».  Intano da Salerno si apprende che nel quartiere Mariconda V&V avrebbero incontrato nuovamente Capuano per provare a trovare una soluzione alla trattativa, più volte stranamente smentita dal tecnico campano, per il passaggio delle quote al gruppo Faruolo’s. Certo è che, Faruolo’s o altri, in questo clima, davvero tira una brutta aria per Vangone e Vertolomo in città. Si potrà continuare ad andare avanti così? E in una città dove oggi il sindaco e ieri l’assessore allo sport, si schierano così apertamente contro una dirigenza, ci potrà mai essere qualcuno seriamente interessato a rilevare le quote sapendo di questo contesto? Anche quando le cose non vanno proprio per il verso giusto, in altre realtà non si sono mai registrate prese di posizone così nette contro una dirigenza. Basti ricordare il monito che pubblicammo qualche giorno fa dell’assessore Enrico, la quale ha paventato che, finiti i lavori al manto erboso il Potenza Calcio potrebbe comunque non tornare a giocare al Viviani (clicca e leggi l’articolo).