«I CONSIGLIERI NON AMANO POTENZA. E’ NECESSARIO RITORNARE ALLE URNE»

“La mancanza del numero legale in sede di Consiglio comunale è un pessimo segnale che i consiglieri consegnano alla città, a prescindere dai colori politici e dalle appartenenze. Far mancare i numeri alla discussione sui problemi della città è il segno che qualcuno a questa città non vuole bene. La cosa diventa ancora più dolorosa – prosegue il consigliere di Socialist & Democrats Gianluca Caporaso – se si pensa che a comporre questo Consiglio c’è una larga percentuale di consiglieri giovani e alla prima esperienza. Se questo deve essere il passo, un’intera generazione che si è candidata al governo della città e alla sua rinascita, corre il rischio di veder fallire i propri propositi e i propri desideri di cambiamento. A tal fine riteniamo che sia fondamentale richiamare chiunque, specie i componenti della maggioranza, a un tavolo che ripristini il senso dello stare insieme sia in merito al rispetto reciproco delle regole e delle responsabilità, sia in merito alla definizione dei percorsi politici che nel massimo della lealtà devono accompagnare la città capoluogo verso l’uscita dalla crisi. Se questi passaggi non dovessero essere, sarebbe preferibile riconsegnare nelle mani dei cittadini la possibilità di scegliere rappresentanti più consoni alle grandi sfide che Potenza chiede di affrontare” conclude Caporaso.

Un pensiero riguardo “«I CONSIGLIERI NON AMANO POTENZA. E’ NECESSARIO RITORNARE ALLE URNE»

I commenti sono chiusi