BELLETTIERI: «CARRETTA SMETTA DI FARSI PARANOIE»

fideiussione«Preferisco non rispondere alla provocazione di Carretta, perché per me quando si dicono bugie non esiste il confronto. Il suo comunicato, perciò, diventa sterile e soprattutto noioso». L’assessore alla mobilità, raggiunto telefonicamente dalla nostra redazione, risponde in modo diretto al duro comunicato del consigliere comunale, Giampaolo Carretta, che chiede le sue dimissioni.  «Ammetto di aver letto, inizialmente, il comunicato del consigliere Carretta soltanto fino al primo rigo, perché come sempre il consigliere parla dell’assenza del certificato antimafia di Trotta, senza addurre motivazioni valide. In consiglio comunale ho già dimostrato la presenza e l’esistenza del certificato antimafia. Ho evitato di leggerlo tutto perché il resto mi sembra paranoia per me». Bellettieri alla domanda di chiarimento sulla fideiussione sottolinea che: «Vorrei chiarire una volta per tutte la questione. Inizialmente ci fu sollevato il problema della fideiussione presentata da Trotta, che non era riconosciuta da Banca d’Italia. In seguito Trotta, su nostra sollecitazione, l’ha cambiata. Come amministrazione, sul nuovo documento, abbiamo fatto gli accertamenti del caso, precisamente in data 7 settembre, dove risultava che il documento era ottimo, come comunicato anche dalla stessa Banca d’Italia – Bellettieri evidenzia – Abbiamo perciò dato l’ok alla ditta, che ha sottoscritto il rapporto contrattuale con la compagnia assicurativa, inviandoci il contratto originale a mezzo posta certificata in data 9 settembre. L’amministrazione ha deciso di andare oltre, e il 15 settembre abbiamo fatto un’altra richiesta di controllo all’ISVAP, che oggi ci comunica ufficialmente che si può andare avanti». «Il 29 settembre, però, ISVAP mi scrive che a decorrere dal 9 settembre, stessa data in cui la ditta Trotta ha firmato il contratto assicurativo, non avevano più validità le polizze contratte con quella agenzia assicurativa. Ho notiziato a Trotta la situazione. Ieri la ditta ci ha mandato un altro preventivo di agenzia assicurativa, che risulta essere perfetta. Abbiamo comunicato il cambio agli uffici preposti e credo che a momenti arriverà la nuova polizza assicurativa». In conclusione l’assessore: «Vorrei tranquillizzare tutti che le coperture ci sono. Se in un futuro, però, dovesse sorgere un problema nella situazione in cui ci troviamo noi oggi possiamo stare sereni, perché come amministrazione siamo già debitori nei confronti della ditta Trotta. Perciò eventualmente ci sia un danno si può andare a defalcare alla fonte. Possiamo dire che la situazione si sta risolvendo». L’assessore prima di concludere l’intervista si è sentito in dovere di rivolgersi ai cittadini, evidenziando che: «Come amministrazione non abbiamo deciso di non rispondere alle domande di consiglieri, sindacati o cittadini ma siamo in una situazione di continua emergenza. Questa è l’unica verità. Sono sicuro che la città di Potenza, se continua a lavorare in questo modo, cioè solo per il bene dei cittadini, a gennaio 2018 uscirà dalla situazione difficile in cui si trova e la città di Potenza potrà vivere nella sua totale indipendenza, senza dover chiedere più aiuto a nessuno».