APPROVATO IN COMMISSIONE L’ASSESTAMENTO DI BILANCIO DEL CONSIGLIO REGIONALE

La seconda Commissione consiliare, presieduta da Giannino Romaniello ha approvato, oggi, all’unanimità dei presenti (Romaniello e Pace, Polese, Rosa e Bradascio), la proposta di assestamento del bilancio di previsione per il triennio 2016/2018 del Consiglio regionale e la riclassificazione di alcune voci di entrata e di spesa con un emendamento tecnico dei consiglieri componenti l’ufficio di Presidenza (Mollica, Rosa, Spada e Castelluccio). Con il provvedimento di assestamento si provvede, sulla base dei dati del rendiconto, all’aggiornamento della consistenza dei residui attivi e passivi, del saldo finanziario attivo, della giacenza di cassa e delle previsioni riferite al fondo pluriennale vincolato. Inoltre, si procede alla modifica di alcune previsioni di entrata e di spesa alla luce dei fatti gestionali sopravvenuti. L’avanzo definitivamente accertato ammonta a 5.946.276,63 di cui 133.408,32 a destinazione vincolata. L’avanzo, al netto di alcune somme vincolate e degli accantonamenti, sarà versato al Bilancio generale della Regione Basilicata. L’organismo consiliare ha successivamente approvato, sempre all’unanimità, il rendiconto 2015 del Parco regionale Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane. Queste le cifre in sintesi: il saldo di cassa al 31.12.2015 è pari a 185.740,66  euro; i residui attivi ammontano a 349.364,09 euro, mentre quelli passivi a 233.232,66 euro; l’avanzo di amministrazione al 31 dicembre 2015, detratti i fondi pluriennali vincolati, ammonta a 10.803,38 euro; il conto economico riporta un risultato positivo con un avanzo di 84.205,00 euro. Programmata, poi, la riunione congiunta della seconda e terza Commissione consiliare per audire il direttore del Parco e le Atc (Ambiti territoriali di caccia) al fine di approfondire le problematiche relative alla esiguità dei fondi e alla diffusione dei cinghiali che arrecano gravi danni alle coltivazioni. La Commissione ha, infine, deciso di rinviare l’esame dei documenti contabili dell’Apt e dell’Arpab alla prossima seduta utile programmando le audizioni dei rispettivi direttori.