CONSULENZE GATE ALLA LUCANA FILM COMMISSION

Condividi subito

«A 4 anni dalla nascita (2012) la Lucana Film Commission cerca un coordinatore area Musica-Cinema e un coordinatore area istituzionali e relazioni per marketing, leggasi altri consulenti, per la modica cifra di € 55.000 per ciascuna figura. Ma fino ad ora come ha operato? Perché se è necessario acquisire queste figure professionali ci chiediamo come sia potuta andare avanti l’attività della Film Commission per tutto questo tempo? La risposta: con il direttore, che ha tra i suoi compiti quelli di provvedere alla gestione organizzativa ed amministrativa della Fondazione nonché alla organizzazione e promozione delle singole iniziative». A sostenerlo è il consigliere regionale di FdI-An Gianni Rosa, secondo il quale si tratta di «un bando inutile, volto soltanto a creare altri precari raccomandati, visto che la nomina è fiduciaria. Con un’interrogazione al presidente abbiamo chiesto non solo spiegazioni sulla necessità di acquisire queste figura professionali ma anche di sospendere il bando». A detta di Rosa: «La Film Commission ha come obbiettivo di “promuovere e sostenere la produzione di opere cinematografiche televisive, audiovisive e pubblicitarie italiane ed estere in Basilicata”. A 4 anni dalla nascita si rende conto che non ha chi può “ideare, promuovere e organizzare, anche in concorso con altri soggetti pubblici o privati, iniziative e attività formative, rivolte prevalentemente al mondo giovanile, nel settore delle professioni musicali legate all’industria cinematografica ed audiovisiva” o chi può “promuovere, sviluppare e gestire attività di marketing”. Ma stiamo scherzando? E cosa ha fatto fino ad ora?» Rosa conclude: «La verità, invece, è che, come abbiamo denunciato da sempre, questo è il governo regionale delle fondazioni e degli enti che comportano solo spese, creano piccole nicchie di privilegi ma che non risolvono i problemi».

Condividi subito