ASP: I CHIRURGHI ORTOPEDICI VERRANNO DA FOGGIA

Condividi subito

Nessuna chiusura della chirurgia ortopedica a Melfi. Dopo l’intervento della consigliera Bisogno dell’M5s che annunciava la sospensione temporanea del servizio è arrivata la precisazione dell’Azienda sanitaria di Potenza. L’Asp spiega che «acquisita la disponibilità dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Foggia a fornire prestazioni di medici ortopedici da rendersi operativi presso il Plesso Ospedaliero di Melfi è stata disposta la stipula di specifica convenzione finalizzata a garantire l’espletamento delle attività ortopediche presso il presidio ospedaliero di Melfi. Per tanto la criticità può intendersi superata». Il problema è stato risolto in questa maniera per mancanza di medici disponibili. Addirittura al concorso per anestetisti si è presentato un solo candidato che poco dopo ha lasciato l’aula. La scelta, dunque, è stata obbligata a causa della mancanza di personale. L’Azienda sanitaria di Potenza fa sapere che non ci sarà alcuna interruzione del servizio nel reparto di chirurgia ortopedica di Melfi, i medici saranno disponibili per tutta la giornata. Fatto sta che nel reparto di chirurgia ortopedica non lavoreranno medici assunti dall’Asp ma da altri camici bianchi. Sulla questione è intervenuto anche il sindaco di Melfi Livio Valvano che attacca la consigliera Bisogno: «Non mi sorprende, purtroppo, l’esternazione pubblica della consigliera comunale Bisogno né mi sorprende la divulgazione di comunicazioni interne della ASP, da parte di chi, devo presumere, non ha a cuore l’interesse dei cittadini-utenti, ma pensa solo ed esclusivamente alle proprie ambizioni personali di carriera, legittime, ma sempre subordinate a ciò che davvero serve ai cittadini. Io mi batterò solo ed esclusivamente per questo, per i cittadini». Secondo Valvano «è vero che sono ancora in corso le procedure per potenziare l’organico di ortopedia, procedure che presto si concluderanno. Nel frattempo l’Asp ha attivato transitorie azioni organizzative per sopperire alla reale carenza di organico, definendo una convenzione con gli Ospedali Riuniti di Foggia per le consulenze ortopediche». Valvano chiarisce anche un altro dato: «Come ogni mercoledì, anche oggi si svolge la seduta di chirurgia ortopedica a Melfi. Sono stati operati 5 cittadini-utenti. Ciò significa che non c’è stata la denunciata sospensione del servizio. Chi pensa di mettersi al servizio di singoli interessi egoistici, denunciando le criticità come se fossero il frutto di un indirizzo politico per speculare guadagnando consenso, non farà strada. A costoro ricordo il monito di Filippo Turati “la strada breve è la più lunga». Il sindaco di Melfi conclude: «Agli operatori voglio ricordare che un Ospedale vive di reputazione, per cui ha bisogno di autorevolezza, di fiducia e di sostegno dell’intero territorio». Valvano è sicuro che nella riforma dell’assistenza sanitaria l’ospedale di Melfi non chiuderà affatto.

Condividi subito