CHIUDE A VENOSA L’UFFICIO DEL GIUDICE DI PACE. INTERROGAZIONE DI M5S

Condividi subito

«La vita amministrativa del Comune di Venosa risulta essere particolarmente movimentata, peccato però che non si registrano mai buone notizie, tutt’altro. Così a pochi giorni dal commissariamento della discarica comunale, ecco arrivare la chiusura dell’Ufficio del Giudice di Pace. Si tratta dell’ennesima beffa per una città già penalizzata da una politica inefficiente ed incapace». Lo afferma, in un comunicato stampa, il Movimento 5Stelle di Venosa. «La chiusura – si legge nella nota – è stata disposta di fatto dal Segretario comunale con la Determinazione n. 35 del 21.10.2016 per ragioni di sicurezza. Dopo circa due anni e mezzo, infatti, qualcuno negli Uffici comunali sembra aver scoperto improvvisamente che la struttura presso cui erano ubicati gli uffici del Giudice di Pace risulta essere non idonea, non sicura.  Una scoperta che per la sua tempistica – continua la nota – lascia molte perplessità e non ha mancato di alimentare polemiche anche in considerazione della situazione travagliata che l’ufficio vive da anni». I pentastellati fanno presente che qualcuno dovrà spiegare come si è potuto tenere aperto per 2 anni e mezzo una struttura, ormai divenuta comunale, presso una immobile che non rispettava gli standard di sicurezza. «Qualcuno dovrà spiegarci questa anomalia e per questo abbiamo provveduto a depositare una interrogazione per avere conto di questo, ma anche per chiedere se le altre strutture comunali presso cui si trovano dislocati i vari dipendenti siano a norma oppure no». Con l’interrogazione i rappresentanti del Movimento 5 stelle chiedono se sono state verificate le condizioni di sicurezza presso tutti gli uffici comunali al fine di scongiurare ogni pericolo per i dipendenti del comune di Venosa.

Condividi subito