TEMPA ROSSA: RIASSUNTI I LAVORATORI CON IL CONTRATTO SCADUTO

Continua il tavolo di confronto tra Cgil Potenza e l’azienda Tecnimont insieme a tutte le altre aziende dell’indotto Total Tempa Rossa cominciato a giugno in seguito al blocco delle attività dovuto al mancato rinnovo del contratto di lavoro dei lavoratori a tempo determinato a cui era scaduto il contratto. «Il confronto – dichiara Vincenzo Esposito, segretario provinciale Cgil Potenza –  ha portato agli esiti sperati con soddisfazione di tutti gli attori che compongono il tavolo. Sono stati infatti rintegrati in azienda quasi tutti i lavoratori lasciati fuori a contratto scaduto, fatta eccezione per qualcuno i cui contratti verranno rinnovati a breve». Le aziende, inoltre, a partire dalla Tecnimont che ha partecipato attivamente e costantemente al confronto per arrivare a una risoluzione dei problemi in tempi breve, si impegnano d’ora in avanti a ricorrere alla manodopera locale e dalle regioni limitrofe per tutte le eventuali assunzioni future. Grazie all’intermediazione della Cgil, infine, si è giunti a un impegno più formale verso i lavoratori provenienti da altre regioni per quali è previsto l’alloggio e il rimborso pasto. «La Cgil – conclude Esposito – continuerà a monitorare la situazione anche attraverso incontri periodici con le  parti, affinché i diritti di tutti i lavoratori siano tutelati».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.